absolutely positively…trashfood

indovinello dell’estate (irrompo all’improvviso, ma non ho saputo resistere):

Rice Flour (Arborio and Whole Grain Brown Rice Flour), Vegetable Oil (Sunflower, Safflower and / or Canola Oil), Whole Grain Corn Flour, Marinara Snack Seasoning Blend (Dehydrated Vegetables (Tomato, Onion, Green Bell Pepper, Garlic, Black Bean), Salt, Spices, Sugar, Vinegar Powder (Maltodextrin, White Distilled Vinegar), Torula Yeast, Maltodextrin, Yeast Extract, Lemon Juice Powder (Corn Syrup, Lemon Juice, Lemon Oil), Citric Acid, Parsley, Extractives of Paprika, Spice Extractives), Pinto Beans, Acacia Gum, Flax Seeds, Sesame Seeds, Sugar.

di che si tratta?

saluti a tutti.

 

About these ads

12 commenti on “absolutely positively…trashfood”

  1. Giorgio scrive:

    Dovrebbe essere una “cosa” strana

    New York Style Risotto Chips
    e per la precisione Spicy Marinara

    nel senso che dovrebbero essere delle “cos” simil patatine al gusto di risotto !!!

    http://www.newyorkstyle.com/whatsnewatnewyorkstyle011311.php

    il mio caro risotto…. che fine ha fatto !!!

    Giorgio

  2. Giorgio scrive:

    Scusate il link esatto per vedere cosa hanno inventato è:

    http://www.newyorkstyle.com/newyorkstylerisottochips.php

    così potrete anche scegliere (sulla dx) uno dei tre “modelli”

    Parmigiano e aglio arrostito
    Sale marino
    Marinara

    avere ingredienti ed info nutrizionali…

  3. Letizia scrive:

    Uhmmmm è anche gluten free! Grazie Giorgio :)

  4. Stefania scrive:

    Giorgio, hai indovinato! conoscevi gia’ questo prodotto? io sinceramente no, l’ho visto l’altro giorno e sono rimasta un po’ perplessa :D
    ora a parte tutto mi colpisce molto l’utilizzo dell’arborio, appunto, per questo tipo di prodotto – ci sarebbe da scrivere una bella relazione sulla filiera di questa varieta’ di riso a chicco tondo, il cui nome viene utilizzato anche all’estero (ho visto ‘arborio’ in etichetta anche in Australia e NZ), e su come mai venga utilizzato come commodity, visto che tutto sommato il riso non viene coltivato quasi piu’ in Australia (dato il gran caldo ha preferito utilizzare la terra per altre colture, tipo la vite da vino) e visto che a causa della rivoluzione industriale in Cina e India, la popolazione e’ andata concentrandosi nelle grandi citta’, abbandonando le risaie…

  5. Giorgio scrive:

    No Stefania non lo conoscevo … ma ormai ho smesso di stupirmi da molto.
    Ne inventano una al giorno !!
    Io però rimango legato al mio caro risotto fatto in pentola con tanto amore… e tanta pazienza ma alla fine il risultato appaga il tempo dedicato.
    Mi lasciano perplessi i gusti proposti:
    Parmigiano e aglio arrostito… che strano accostamento che sapore avrà ? Parmigiano o aglio, bella lotta di gusti.
    Sale marino, riso in bianco tipo ospedale.
    Marinara forse il più “normale” bisogna vedere se ha mai conosciuto il pesce !

  6. Stefania scrive:

    si ma poi questo non e’ manco un risotto – sono delle sfogliatine, il riso viene utilizzato nell’impasto di queste sfoglie (come farina di riso) cosi’ come per decorare le sfogliatine (usando i chicchi interi). Non so se riesco ad inserire una foto…

  7. Stefania scrive:

    ah dimenticavo le sottigliezze del marketing legato a questo prodotto (esilaranti). Il parmigiano e l’aglio sono -secondo i produttori – il ‘vero’ spirito newyorkese: sia l’aglio che il formaggio sono praticamente presenti ovunque in questi snack salati made in US. Forse per sottolineare la vicinanza alle culture francesi e italiana. L’aglio normalmente lo si arrostisce intero, in camicia, diventa una sorta di pate’ – in US vendono proprio la terrina da utilizzare allo scopo…

  8. Marco scrive:

    Ma avete visto tutto il resto dei prodotti? Pita chips, Focaccia sticks, Panetini, Crispini… tutta roba “mediterranea” soprattutto “greca” e “italiana” (logicamente le virgolette sono volute e significative). L’unico articolo che non è “mediterraneo” sono i bagel crisps che sono un po’ più statunitensi ma che in realtà hanno origini polacche e tedesche…

  9. Stefania scrive:

    si, Marco :D e’ proprio questo lo spirito – un gran bel mix gastronomico che poi ha annientato quelle che potevano essere le tradizioni culinarie americane (a parte il tacchino di Thanksgiving c’e’ molto poco). Meraviglie dell’industrializzazione! se ti dico che esistono i ‘pizza on a bagels’ nel segmento degli snacks…. :o

  10. Gianna Ferretti scrive:

    Eccomi di nuovo a casa dopo cinque giorni passati a Goteborg in occasione del convegno dell’European Atherosclerosis Society. Grazie a Stefania che vi ha piacevolmente intrattenuto. ;)

    E bravo a Giorgio! mai piu’ senza New York Style® Risotto Chips ;)

  11. Stefania scrive:

    Welcome back Gianna. Raccontaci tutto :D

  12. Gianna Ferretti scrive:

    @stefania, grazie! grande spazio alle aziende farmaceutiche e prodotti per diagnostica biochimico-clinica. Tra gli sponsor, la Danone (Danacol)a cui è stata dedicata una intera sessione e Benecol, fitosteroli e fitostanoli che continuano a suscitare interesse, in Grecia a breve in commercio la feta arricchita in fitosteroli… Presentate anche le linee guida per prevenire le dislipidemie, accessibili a questo link: http://www.eas-society.org/News.aspx?newsId=118


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 959 follower