Carbon label, dietrofront della Tesco

Nel 2007  avevo scritto della Tesco, la prima catena GDO ad annunciare  l’impegno di aggiungere la carbon label, l’etichetta sulle emissioni di CO2 legate alla produzione e al trasporto di  tutti i suoi prodotti, circa 70.000. Dopo quattro anni i costi eccessivi hanno portato alla decisione di abbandonare la carbon label.  Attualmente, l’etichetta è applicata su circa cinquecento prodotti.  Evidentemente la Tesco non ha ottenuto con l’operazione del comunicare la carbon footprint,  un miglioramento della propria  la brand reputation rispetto alle aziende concorrenti. Un duro colpo per il Carbon Trust, l’organismo precedentemente finanziata dal governo che aveva creato l’etichetta e che affiancava la Tesco nel progetto.

Fonte immagine

About these ads

One Comment on “Carbon label, dietrofront della Tesco”

  1. […] – La Tesco, prima catena GDO ad annunciare nel 2007 l’impegno di aggiungere la carbon label, ci ripensa. Costi eccessivi hanno portato alla decisione di abbandonare la carbon label. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 955 follower