Cenone low cost

Ieri ho letto del cenone low cost, con suggerimenti su come risparmiare per il cenone natalizio. Date uno sguardo ai prezzi e fatemi sapere se trovate lenticchie, panettone oltre a tutto il resto a quei prezzi. Un rapido saluto mentre la cucina è un disastro e stanno bollendo cotechino dei Sibillini e lenticchie IGP di Castelluccio di Norcia. Ci sentiamo nel 2008!!!

Annunci

Il Caviale di Yves Saint Laurent

caviale san Laurent

Con l’obiettivo di monitorare la situazione della vendita del caviale in Italia, si è svolta nei giorni scorsi l’Operazione Beluga,una risposta agli allarmi lanciati dalla CITES di Ginevra a seguito delle ripetute segnalazioni di canali illegali in Italia. I controlli e sequestri sono stati svolti dal Servizio CITES, la struttura del Corpo forestale dello Stato che si occupa di tutelare il commercio internazionale di specie di fauna e flora minacciate di estinzione. Questo il link del sito del corpo forestale.Tra le confezioni di caviale sequestrate in alcune regioni italiane, alcune non rispettavano l’etichettatura. Invece la foto sopra è del caviale della Caviar House and Prunier. Il contenitore, ideato da Yves Saint Laurent, edizione limitata 2008, presenta un particolare tema. E’ in vendita da Harrod’s a Londra fino a febbraio 2008 al modico -si fa per dire-prezzo di 295 sterline per 125 grammi.


ET.chettibus®-6: Risolto.

Lindt-praline

Michele,ancora lui, ha indovinato l’ultima etichetta misteriosa del 2007. Lo so, sarà una delusione per gli estimatori della nota casa svizzera. Come in pssato, ricordate le gelatine colorate tanto adatte a San Valentino o per la Festa della mamma? l’etichetta è di un prodotto della Lindt.
Espositore invitante sul bancone del bar, colori accattivanti, quattro proposte di cioccolato che promettono emozioni. Se dissezioniamo la scatola, tra gli spazi vuoti,troviamo quattro cioccolatini..coloranti, addensanti e additivi vari ad un prezzo che per me non ha giustificazioni. Lo scontrino: 6,5 euro per 43g.

Ingredienti: Zucchero, Burro di cacao, Preparazione di frutta alle fragole (15%)(Sciroppo di glucosio, sciroppo di glucosio-fruttosio,Zucchero,Fragole 7%, Umidificante E422,Succo concentrato di fragole 3%,Stabilizzante E407,Correttore di acidità E331;acidificante E330,Colorante E120, aromi),Pasta di cacao,Acqua, sciroppo di glucosio da frumento,Latte intero in polvere,Burro anidro,Latte scremato in polvere,Marc de Champagne (2%),Alcool, Lattosio, Emulsionante:Lecitina di soia,Aromi, Stabilizzante:Sorbitolo (da frumento),Colorante E120.

Al prossimo ET.chettibus®! Complimenti Michele, dove dobbiamo spedirti il premio?


Dimmi come mangi, la GDO e la Grossa Distribuzione

GDO buyers day

‘Dimmi come mangi’, è il titolo della ricerca Nomisma sul pasto fuori casa degli italiani. Saranno indagate le abitudini, le frequenze, i luoghi nei quali gli italiani consumano pranzi e cene di lavoro e/o per divertimento. Sarà indagata anche la spesa sostenuta per i pasti. I risultati dell’indagine saranno diffusi in apertura della Mostra Internazionale dell’Alimentazione di Rimini a febbraio 2008. Previsto anche il 1° GDO Buyer Day, una giornata dedicata ai buyer della grande distribuzione organizzata (GDO) con forum, tavole rotonde, business meeting con le aziende. Inoltre in programma una conferenza dibattito sulla gastronomia di seconda generazione. Segnatevi questi termini Fast-Foods ribattezzati in Fast-Goods, e le formule time-extended-opening-hours. Ogni volta che leggo la parola GDO, mi torna in mente Antonio Tombolini e il suo post sulla Grossa Distribuzione, scritto nel 2002, ma vale la pena leggerlo, è sempre attuale.

Torniamo a Dimmi come mangi, abbiamo bisogno di una nuova indagine da affidare al Nomisma? non conosciamo già i risultati? scommettiamo che risulterà che gli italiani mangiano sempre piu’ spesso fuori casa? Che aumentano i consumi in ristoranti, pizzerie e bar e mense? che spendiamo meno tempo a tavola? Che aumentano i consumi di piatti pronti? che la famiglia si trova riunita solo a cena? che è in aumento la spesa alimentare extradomestica?


Going nuts

La foto del giorno la manda Stefania da Londra dove gli inglesi in alternativa agli snacks industriali vanno pazzi per semi e frutta secca. Molta e’ made in China. Sono nati perfino negozi che vendono solo pinoli, pistacchi,nocciole, mandorle e dove si possono trovare i ‘baby pinenuts’ ovvero mignon, non c’e’ scritto la provenienza perche’ ancora molti distributori riescono a trovare un modo per non scriverlo. Tra gli scaffali anche bustoni di frutta secca mista da 1 kg ognuno. Promozioni natalizie in questo periodo e al prezzo di £10 si acquistano 2 kg di frutta secca mista. Sono gia’ puliti e pronti da mangiare, in molti casi hanno anche gia’ il sale.


La carne di renna in un hot dog

Carne di renna
All’ikea la consigliano con melone, e a Chicago l’anno scorso ci facevano gli hot dog. Ma come si fa? Carne di renna? E Santa Claus come testimonial? Insomma la carne di Dasher, Dancer, Prancer, Vixen, Comet, Cupid, Donder e Blitzen? A proposito le renne che trainano la slitta di Babbo Natale sono femmmine o maschi?


Buon Natale

Presepe by Mariana e Paula Moreno.