Christmas Chips?

200px-Potato_chips_closeup.jpg
Trovo che queste chips con il loro colore rosso intenso siano molto adatte alla tavola natalizia. Insomma propongo di usarle come addobbo per la tavola…sempre che non vi garbino i seguenti ingredienti: Dried Potatoes, Vegetable Oil (contains one or more of the following: Corn Oil, Cottonseed Oil, and/or Sunflower Oil), Wheat Starch, Maltodextrin, Salt, Dextrose, and Red 40. Indovinato di quali chips si tratta?


Il colorante Red 40 o Rosso Allura è un colorante artificiale, uno dei tanti additivi usati per abbellire i prodotti e contribuire all’appeal di un alimento.Ma non sono strettamente indispensabili e il loro impiego, pertanto, deve dare maggiore garanzia di sicurezza rispetto a quella degli altri additivi alimentari.
Sulla base della legislazione EU, gli additivi alimentari devono essere utilizzati a condizione che non traggano in inganno il consumatore. Secondo questa affermazione, i coloranti presenti negli alimenti non dovrebbero essere tutti fuorilegge?
Alcuni esempi di coloranti artificiali? La tartrazina (E102), impartisce una colorazione gialla. Il verde? Si crea dalla mescolanza tra il giallo e il blu (E133 + E102), mentre E123 (rosso amaranto) ed E127 (eritrosina) impartiscono una colorazione rossa. Dove si trovano? In caramelle, confetti, gelati, bevande analcoliche, energy drinks.
Nel secolo scorso sono stati vietati molti dei coloranti artificiali che venivano impiegati senza aver valutato preliminarmente la loro tossicità. Tra questi erano inclusi alcuni fra quelli definiti azoici. Il loro nome è dovuto ad un gruppo di atomi di azoto (legame -N=N-) nella loro molecola. Ma non sono stati tutti depennati! In circolazione ne esistono ancora, come la tartrazina e il giallo arancio citato sopra.

Guardiamo meglio queste molecole: carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto. Sono presenti gli stessi atomi che troviamo in tante altre molecole che entrano nella composizione chimica delle cellule, così affermano gli avvocati difensori dei coloranti sintetici e, quindi, che pericolo potrebbero avere una volta introdotte nell’organismo umano?

Si è arrivati a dire: Today a limited range of azo dyes is used in food. All have been extensively tested. So long as they are fully tested, there is no excuse for the puritanical attitude that adding colours to food is wrong. Why did we add colour to the television, the newspapers and to our computers? Colour is one of the greatest life enhancers we have.
Siamo d’accordo, il colore è importante. Solo che qui si tratta di sostanze chimiche che introduciamo nel nostro organismo e non di una stoffa o di un bel quadro!

Numerose evidenze scientifiche indicano che alcune di queste molecole sono dannose. In Italia si trovano dolci e bevande in cui si fa usa di coloranti vietati in altri stati. Qualche esempio? E104 il cui uso è proibito in Australia, USA e Norvegia. L’E129 è vietato in Danimarca, Belgio, Francia, Germania, Svizzera, Svezia, Austria e Norvegia.

La maggior parte degli studi tossicologici riguarda, come detto prima, i coloranti artificiali chiamati azoici. I dubbi attengono in particolare al sospettato effetto immuno-soppressivo esercitato da queste molecole, soprattutto nei confronti dei consumatori più giovani e dei soggetti ipersensibili. Alcuni coloranti azoici (come l’eritrosina e l’amaranto) hanno rivelato, inoltre, effetti cancerogeni in colture cellulari.

E allora, ne vale la pena? E’ indispensabile colorare in particolare ciò che rientra nella dieta dell’infanzia, degli anziani, degli individui in condizioni non ottimali per malattia, della donna durante la gravidanza o durante l’allattamento?

Bibliografia:

G. Cerutti – Il rischio alimentare: tossici, contaminanti, residui, additivi, Tecniche Nuove, 1993, Milano.
G. Bonaga – Componenti non nutritivi degli alimenti, Editrice Compositori, 1998, Bologna.


5 commenti on “Christmas Chips?”

  1. Grissino ha detto:

    G. Cerutti – Il rischio alimentare: tossici, contaminanti, residui, additivi, Tecniche Nuove, 1993, Milano.
    ***
    Ce l’ho anche io, era il mio prof all’università e ho dato il suo esame! ^_^

  2. gianna ferretti ha detto:

    quel libro mi è semore utilissimo a lezione. Il mondo è piccolo..e anche la rete a volte.Ciao Grissino!

  3. Francesca ha detto:

    …da “panico”!!! Pure rosse, sono!!! 😦

    Francesca :))

  4. Carlo Zaccaria ha detto:

    Credo che non ne valga assolutamente la pena.
    Certi additivi dovrebbero essere vietati, anche e soprattutto perchè non sono indispensabili.

  5. […] al 2% di acido citrico, aromi naturali, potassio benzoato, aspartame, potassio citrato, acesulfame, il colorante red 40 e Vitamina E Acetato. Quest’ultima è l’unico vero antiossidante presente, in quantità […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...