Professione gastro-photoreporter. Degli Aromi naturali, artificiali e natural identici

Riuscireste ad identificare il prodotto con i seguenti ingredienti? Avvistato in un supermercato viennese. Grazie a Grissino di nuovo in veste di gastro-photoreporter.

Latte scremato, derivati del latte, panna (20%), zucchero, amido modificato (amido di mais, amido di frumento senza glutine), addensanti: carragenine, gelatina alimentare, emulsionanti: esteri dell’acido lattico e mono e digliceridi degli acidi grassi, aroma naturale, colorante: complesso della clorofilla con rame, betacarotene, azoto, sale.

La presenza di latte e derivati oltre agli addensanti ci indirizza verso un possibile dessert, i coloranti clorofilla e betacarotene ci fanno pensare a un prodotto con sfumature di verde.

Potrebbe essere un dessert al pistacchio? Potrebbe. Cerchiamo invano la presenza di pasta o granella di pistacchio nella lista. Dunque?

Ecco il prodotto. Come ipotizzato, un dessert al pistacchio della Danone. Il sapore del pistacchio è impartito a questo punto dall’aroma naturale. buona occasione per ricordare i vari tipi di aromi presenti negli alimenti.

Come accade ai coloranti, un aggettiva fa la differenza. Gli aromi si dividono in aromi naturali, aromi artificiali e aromi natural-identici.

Con il termine di aroma naturale,ci riferiamo a composti ottenuti da materie prime di origine vegetale o animale. Sono i preferiti dal consumatore, che però non sa che talvolta per estrarli e diluirli occorrono solventi chimici.

Oltre agli aromi naturali, abbiamo gli aromi artificiali, composti di sintesi. Ecco un dessert istantaneo Jell’O contenente un “artificial pistachio flavour”.

Gli aromi natural-identici sono costituiti da molecole le cui strutture sono uguali a quelle presenti in natura ma sono derivate da sintesi. Ecco un esempio di gelato contenente l’aroma natural-identico al pistacchio

Aromi naturali e artificiali insieme in questo gelato. Il colore verde è impartito addirittura da coloranti azoici (Blue 1 and Yellow 5)

E cosa c’è dentro l’aroma pistacchio Dukan? sostanze aromatizzanti? preparati aromatizzanti? eh?

Non siete anche voi curiosi di sapere quali molecole impartiscono il sapore del pistacchio nell’artificial flavour?

Advertisements

6 commenti on “Professione gastro-photoreporter. Degli Aromi naturali, artificiali e natural identici”

  1. Dario Bressanini ha detto:

    Gianna, la distinzione attuale della legislazione UE è solo tra “aromi naturali” e “aromi”. L’aggettivo artificiale è stato abolito e i natural identici sono stati inseriti negli “aromi”. Il motivo è che il consumatore era confuso dall’idea che una sostanza naturale potesse essere sintetizzata in laboratorio (la chimica questa sconosciuta 🙂 )

    Ovviamente con aroma naturale si intende solo che il processo di ottenimento deriva da un qualche processo in natura, non che derivi da quello che ci immaginiamo (l’aroma di fragola se non ricordo male è prodotto da un microorganismo fermentando qualche substrato)

  2. Grissino ha detto:

    Non ho assaggiato questa crema ma avendo come sapore solo quello di un aroma, non credo sia granché “pistacchiosa” 😛

  3. gianna ferretti ha detto:

    @Dario, non voleva essere una panoramica limitata a Italia e UE, come vedi sono prodotti scovati nel web.. Mai incontrato, anche in passato, prima della modifica legislativa, la dicitura “aroma artificiale” o “aroma natural identico”. Mi ha stupito trovarne questi, sebbene non siano presenti tra i nostri scaffali. Il termine “aroma” al contrario è ubiquitario. mi studierò meglio il mondo dei “flavours” e come si ottengono

  4. allis rasmussen ha detto:

    per noi consumatori è davvero difficile poter scegliere un prodotto
    naturale, perchè i “trucchi” dei produttori di parole difficili o ingannevoli nell’elenco degli ingredienti sono tanti. Io lascio il prodotto sullo scafale se non mi quadra le diciture chiare. Tanti saluti e buon lavoro

  5. rosa ha detto:

    mi posso fidare di integratori tipo frutta verdura dove nella lista ingredienti e riportato aroma naturale arancio ….

  6. Adriano ha detto:

    Salve,
    Vorrei tanto sapere se è possibile gustare un gelato senza E101 e compagnia bella. Leggendo le tabelle che riportano gli ingredienti dei vari gusti ho sempre trovato conservanti multipli ( minimo tre a gusto ) anche nelle gelaterie “artigianali”
    Grazie per una risposta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...