Bamn…coming soon

Bahmn 

Perchè stare a perder tempo con i  camerieri e le ordinazioni! Solo distributori automatici e il ristorante è pronto, sfornerà piatti caldi, come toast, hamburger, panini e l’immancabile pollo fritto. Ci sarà anche uno spazio per chi vuole sedersi e mangiare con calma e un angolo ‘non automatico’ dedicato alle patatine fritte. Di cosa si tratta? Di Bamn il ristorante "automatico" che aprirà presto i battenti a New York. In rete ho scovato già l’insegna. Ma è una novità?


L’idea del distributore non è certo nuova, ma richiama i famosi "Automat" di Horn e Hardart, i celebri distributori automatici di cibo che hanno caratterizzato i locali di New York e Filadelfia nella prima metà del secolo scorso. I primi furono aperti nel 1902.

Automat Automat menu'

Nel periodo di maggior successo vi erano circa 180 punti vendita a New York e a Philadelphia. Gli Automat di cui vediamo un menu’ nella foto, iniziarono a chiudere i battenti con l’arrivo e diffusione dei fast food, alcuni furono convertiti in Burgher Kings. L’ultimo Horn and Hardart Automat,  chiuse nel 1991. 

Al glorioso passato di questo sistema di erogazione dei pasti è dedicato il libro The Automat: The History, Recipes, and Allure  Horn & Hardart’s Masterpiece scritto nel 2002 dalla giornalista Lorraine B. Diehl e da Marianne, la  figlia di Hardart.  

 

Fonti: L’automatico.net; Immagine  by eater.curbed.com

Annunci

One Comment on “Bamn…coming soon”

  1. Miki ha detto:

    Segnalo, se puo’ interessare, una allarmante diffusione oggigiorno di questi ‘sistemi di alimentazione’ in Olanda. Ho avuto modo di vederli a Groningen e ad Amsterdam, dove ci sono catene specializzate ovunque. Li ho anche provati perche’ e’ giusto sapere che cosa si critica. Che dire ? Una delle spersonalizzazioni piu’ aberranti che abbia mai visto nel campo della ristorazione. Funzionano ? Si, ahime’. Praticamente a costo zero, a qualsiasi ora del giorno o della notte, niente attese, cibo di dubbia qualita’ ma saporito. Quello che il 99% dei giovani cerca. Nelle citta’ universitarie in Olanda sta spopolando da diverso tempo.
    Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...