Biscotti e coloranti azoici

Cosa è successo ai biscotti dall’azienda La Rustichelli?

Se prima comparivano in etichetta:

Ingredienti:
Farina di grano tenero tipo “0” -zucchero- margarina vegetale (Grassi e oli vegetali-Emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi,lecitina- Sale- Conservante:Acido sorbico- Aromi- Correttore di acidità:Acido citrico-Colorante:betacarotene)- semi naturali di anice- Carbonato acido d’ammonio- Coloranti: E102,E110,E122,E124,E131,E151,E514

Ora troviamo:

Ingredienti: Farina di grano tenero tipo “0” – zucchero- margarina vegetale (grassi e oli vegetali, emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi,lecitina -Sale-Conservante:Acido sorbico, Aromi, Correttore di acidità: acido citrico- Colorante: beta carotene) -Semi naturali di anice- Cacao- Carbonato acido d’ammonio, E503ii – Aromi- Colorante naturale:betacarotene -Aromi naturali

Eccoli a confronto nelle due versioni, Prima e dopo il remake.

Cosa è cambiato? Sono scomparsi i coloranti azoici.

Biscotti e colorantiBiscotti e coloranti

Si cominciano quindi a vedere le conseguenze della presa di posizione della comunità europea contro i coloranti azoici.

Come detto in precedenza a partire dal 20 luglio 2010 gli alimenti contenenti i ccoloranti E 102, E 104, E 110, E 122, E 124 ed E 129, dovrebbero recare, accanto alla denominazione (E), anche la scritta “può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini” come riportato nell’allegato V del regolamento europeo 1333/2008.

Avevo già intercettato l’esempio della cedrata Tassoni che senza troppo clamore ha sostituito la tartrazina con estratto di cartamo, e voi avete altri da segnalarne?

Advertisements

14 commenti on “Biscotti e coloranti azoici”

  1. Grissino ha detto:

    ecco appunto, sono uguali: la dimostrazione che la qualitá deve essere imposta per legge 😦
    Quando vieteranno per legge i grassi idrogenati e di palma/cocco nei prodotti da forno? 😦

  2. gianna ferretti ha detto:

    @grissino, il colore è molto meno evidente rispetto alla versione iniziale, vediamo se altre aziende si muoveranno nella stessa direzione.

  3. lele ha detto:

    Le guarnizioni per i dolci, le creme catalane in polvere, alcune bevande gassate e certe caramelle per bambini.

  4. Grissino ha detto:

    Si vabbé dubito che il consumatore se ne accorga a meno di avere le due buste una a fianco all’altra 😉

  5. […] Primo avvistamento quindi della dicitura “può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini” come prevede l’allegato V del regolamento europeo 1333/2008 sui coloranti azoici. Ne abbiamo già parlato qualche giorno fa a proposito di biscotti e coloranti. […]

  6. […] abbiamo già parlato qualche giorno fa a proposito di biscotti e coloranti. e in altre […]

  7. […] – Biscotti e coloranti azoici. […]

  8. Mauro Ronci ha detto:

    L’ho letto solo ora questo post su questi coloranti azoici nei biscotti. In quanto produttore lasciatemi dire che non ho proprio parole…

  9. […] abbiamo già parlato qualche giorno fa a proposito di biscotti e coloranti. e in […]

  10. Rachele ha detto:

    forse è passato un po’ di tempo, ma la dicitura “può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini” l’ho ritrovata l’anno scorso sulla bottiglia di una spuma al bitter. C’era poi il paradosso di un medicinale usato in caso di insonnia nei bambini contenente suddetti coloranti (ora non più in commercio per fortuna!)

  11. Gianpaolo ha detto:

    Ciao Gianna, ho letto l’articolo perchè stavo cercando del materiale web sulla azorubina, il colorante rosso del Campari Soda ( E 122 ). Qualche giorno fa al supermercato ho letto gli ingredienti del Campari e non compare la dicitura “può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini” da nessuna parte nella confezione. Inoltre, tra gli ingredienti non compare nemmeno l’acqua. Possibile ??? Grazie dell’opera di divulgazione, trovo il tuo blog una meraviglia ! 🙂
    LINK alla foto che ho scattato alla confezione del Campari Soda http://www.imagebam.com/image/fe7421401960721

    • Gianna Ferretti ha detto:

      Grazie Gianpaolo! confrontiamolo con altri prodotti della stessa categoria e ci ragioniamo sopra.

    • daniele ha detto:

      Attenzione alla deroga prevista dal Reg. CE 238/2010: Campari soda e’ una bevanda alcolica, mi pare, non destinata ai bambini.

      Mi permetto di segnalare all’attenzione generale un aspetto trascurato.
      La riformulazione di molti prodotti a seguito del Reg. CE 1333/2008 e’ un fatto interessante ma i sostituti naturali possono essere estratti attraverso processi chimici che prevedono l’utilizzo di solventi aggressivi. Ne parliamo?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...