La carbossimetilcellulosa (cmc)

gelato cmc

Leggo su Il Fatto alimentare che nella produzione del gelato di Eataly Smeraldo a Milano,viene usata la cmc come ingrediente. Cos’è la carbossimetilcellulosa (cmc)? per chi fosse curioso di saperne di piu’ un mio post del 2012 ma sempre attuale:”La cellulosa nel piatto.”

Fonte

Annunci

11 commenti on “La carbossimetilcellulosa (cmc)”

  1. Monica ha detto:

    a quanto pare anche nelle farine gluten free di cui ho letto proprio oggi in questo post di uncuoredifarinasenzaglutine: http://uncuoredifarinasenzaglutine.blogspot.it/search/label/Farina%20Q-Mix

    Grazie di questo “reminder”. p.s. chissà se è candidato a diventare un allergene… nel mondo delle allergie tutto è possibile:(

    • Mauro R ha detto:

      Nel mondo delle allergie è tutto possibile e lo sapremo solo fra molti anni cosa ha ha causato un mondo di allergici.

  2. Filippo ha detto:

    il link all’articolo ”La cellulosa nel piatto” è mancante.

  3. Mauro R ha detto:

    Rimango un vecchio nostalgico del gelato fresco, fatto in casa e non pastorizzato. Esisterà mai una gelateria in tutto lo stivale che si ostina a farlo con solo mantecatore e nessun pastorizzatore? Ok, sono un visionario lo so.

    • Cesare ha detto:

      È imposto per legge…

      • Mauro R ha detto:

        Cesare grazie della notazione. Mi daresti un riferimento per favore? Se non sbaglio esiste una gelateria a Milano che non tratta con la pastorizzazione gli ingredienti. Per di più, se così fosse, tutta la pasticceria fresca dovrebbe prevedere la pastorizzazione degli ingredienti. Grazie!

    • alfonso ha detto:

      si crea un problema di abbattimento della carica battterica.oltre all’emulsione dei vari compopnemti.évietato anche dalla legge

      • Mauro R ha detto:

        L’emulsione è debole e quindi va consumato nell’arco di 24 h, è verissimo. Non conosco la legislazione inerente ai prodotti freschi, quindi mi affido a voi che siete di gran lunga più competenti a riguardo.
        Quindi definiremo, consentitemi il tono ironico, come “piccoli banditi” tutti quelli che si fanno il gelato in casa per sfuggire ai gelati cosiddetti artigianali, pesanti, indigeribili, ma a norma di legge.
        Legge che consente anche l’utilizzo di mix e preparati stabilizzati a dovere, ricchi in coloranti artificiali e additivi per apparire scintillanti agli occhi dei bambini, inganno sempre a norma di legge.
        Con questo voglio dire: la legge lo vieta per ragioni di sicurezza alimentare, d’accordo e bisogna assolutamente rispettarla, rimango però del parere che il vero gelato, com’era stato pensato alle origini, era quell’emulsione instabile non pastorizzata e molto naturale che a me, personalmente, piace molto.
        Ciao

  4. homeworker3 ha detto:

    Ma non dovrebbe essere gelato artigianale? Il vero made in Italy?

    Dopo il 9% di pistacchio vengono solo schifezze che in un gelato fatto in casa non ci sarebbero mai…

  5. homeworker3 ha detto:

    Quegli ingredienti ci sono anche sui gelati da discount a 1,50€ x 500g… latte scremato in polvere, proteine in polvere, maltodestrine, Bah.

  6. sabino ha detto:

    ormai il gelato artigianale è simile a quello industriale


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...