Etichette avicole:il diktat della commissione europea

etichettapollame
In Italia è obbligatorio, da un paio di anni, specificare sull’etichetta dei prodotti avicoli il paese d’origine e la data d’importazione.
Secondo quanto dichiarato dalla Direzione generale Salute e sicurezza dei consumatori (Dg Sanco) della Commissione Europea, questo obbligo contravviene alla normativa UE sull’etichettatura alimentare e alla commercializzazione del pollame, e potrebbe causare discriminazioni nel mercato interno e in altri scambi.

La Commissione europea chiarisce che l’etichettaura d’origine sui prodotti alimentari può figurare sulle etichette, ma solo nella misura in cui si tratti di un’iniziativa volontaria del produttore o distributore, e non di un obbligo imposto da leggi nazionali.

Come andrà a finire? le Autorità italiane hanno a disposizione due mesi per rispondere ufficialmente al diktat.

Fonte immagine: Etichettatura polli

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...