Filiera corta

funghi in giardino

Da un vecchio tronco appoggiato in giardino, sono comparsi questi funghi. Dicono che sono commestibili. Stasera funghi trifolati?

Annunci

10 commenti on “Filiera corta”

  1. Grissino ha detto:

    Magari facendo la foto ingrandibile e fatta sopra e sotto… 😉

  2. Stefania ha detto:

    Gianna non fidarti, tagliali e portali alla ASL per vedere che ti dicono…

  3. davide ha detto:

    effettivamente, meglio passare dall’asl, in cui dovrebbe esserci un micologo comunale indicato (generalmente un docente di biologia del primo anno o un prof in pensione)
    io non mi fiderei molto, alcune proteine sono termostabili

  4. Biola ha detto:

    Se il tronco era di un pioppo potrebbero essere piopparelli , commestibili , anzi ottimi .
    Meglio controllare col micologo 😉

  5. ilfoto ha detto:

    i ceppi del giardino per anni han sempre fornito casa di kg e kg di chiodini da fare trifolati
    MA erano sempre loro e nascevano sempre lĂŹ, quindi li riconoscevo per quello.

    via foto io ti dico che non ci si deve fidare, molti funghi li riconosci da sotto, dal taglio… devono essere visti di persona

    siccome un amico micologo mi ha descritto recenti casi di “errori” di interpretazione, e la sorprendente potenza che hanno… beh preferisco sempre farmi consigliare da un esperto 🙂

  6. Elena ha detto:

    Per caritĂ  falli valutare dalla ASL. Un mio stretto parente è morto in poche ora l’anno scorso per aver mangiato quelli che sembravano banali chiodini, raccolti da sempre dalle nostre parti…

  7. […] Commenti recenti Trashfood » Blog Archive » L’altra settimana su Trashfood su Cherry 7UP AntioxidantWeissbach » Metilcellulosa: per chi non si vuole preoccupare dei problemi veri su Il colmo per la metilcellulosaIppe su Do you Giuis?Mariana e Paula su Cherry 7UP AntioxidantElena su Filiera corta […]

  8. cinzia ha detto:

    Sembrano effettivamente pioppini, ma per determinarli con certezza servirebbe una foto dettagliata dlle lamelle e del gambo, che dovrebbe avere l’anello.

    Certo è che nessun esperto ti potrĂ  garantire su una determinazione fatta senza il fungo in mano e, pertanto, nessuno con un po’ di sale in zucca ti dirĂ  che puoi mangiarli senza averli visti personalmente. Meglio ricorrere ad un micologo dell’Asl, che per inciso deve avere la qualifica professionale ed essere iscritto all’albo, in alternativa si può ricorrere agli esperti di un gruppo micologico.

    cinzia

  9. Gianna Ferretti ha detto:

    Grazie a tutti, il consorte li ha fatti vedere ad un amico esperto che gli ha conermato che sono “piopparoli”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...