Professione gastro-photoreporter. Zucchero di canna. A qualcuno piace grezzo

Granulare o in zollette? cristallino, raffinato, grezzo, integrale, panela e mascavo. Demerara, golden caster e raw cane, sono diversi i termini per descrivere lo zucchero di canna che in molti preferiscono allo zucchero di barbabietola attribuendogli proprietà nutrizionali particolari.Ma alzi la mano chi sapeva che certi produttori usano il colorante caramello per accentuare il colore bruno-dorato dello zucchero di canna grezzo o integrale?. Ecco l’etichetta.

Grazie a Michele per la foto.

In quali altri prodotti di cui ho scritto in precedenza, ho incontrato il caramello?

Annunci

13 commenti on “Professione gastro-photoreporter. Zucchero di canna. A qualcuno piace grezzo”

  1. Si, lo sapevo, me l’ha detto mio fratello (ex chef) da allora compro solo zucchero di canna nelle botteghe solidali, e solo se mi appare “umido”. Di tutto il resto, non mi fido.

  2. Eleonora ha detto:

    Io sapevo che il grezzo è quasi equiparabile a quello bianco e che lo zucchero più “sano” è quello integrale.

  3. Sara77 ha detto:

    Si, sapevo per fortuna! Ma che fatica districarsi nella giungla degli acquisti alimentari!!!! 🙂
    E’ possibile avere qualche informazione in più sulle caratteristiche dei diversi zuccheri in commercio? Qual è lo zucchero migliore (più sano) da acquistare? Grazie!!!
    Se questo argomento è stato già trattato mi scuso…

  4. Neiadin ha detto:

    Io per vedere se e’ uno zucchero di canna fasullo lo verso in un bicchiere d’acqua,agito un po’,se ritorna bianco lo metto via 🙂

  5. Mattia ha detto:

    anche io mi accodo alla domanda di Sara, qual’è lo zucchero (di canna) più sano e senza coloranti?

  6. 250277 ha detto:

    Il miglior zucchero di canna integrale (quello umido) e’ solidal coop. 😉

  7. marzia ha detto:

    Finalmente in Italia è stata liberalizzata la STEVIA, (vietata perchè troppo concorrenziale con lo zucchero di canna).
    E’ una pianta di cui si usano le foglie, l’estratto è molto dolcificante e io ho avuto la fortuna di assaggiarla, è veramente molto buona e a differenza dello zucchero di canna non ha controindicazioni, tra l’altro ne basta molto meno per dolcificare.
    Se riuscite a trovarla magari come estratto, io ho provato a piantarla ed usarne le foglie ma non son riuscita a farne granchè se non usar le fogliette secche tritate nelle tisane …

  8. cecco ha detto:

    A me è capitato più volte , con marche differenti , di avvertire un odore che mi ricorda la liquirizia .

  9. Gianna Ferretti ha detto:

    Filiera della produzione dei vari tipi di canna da zucchero allo studio per un prossimo post.

  10. antonio di roma ha detto:

    Da come ho capito nelle mie ricerche sull’alimentazione, la pianta dello zucchero da canna appartiene alla famiglia delle graminacee, e ho ragione di credere che contenta glutine, mentre la barbabietola da zucchero appartenente alla famiglia delle chenopodiacee non contiene glutine, è una riflessione esatta o no ? chi può rispondermi

  11. Giorgio ha detto:

    Io invece ho scoperto una cosa abbastanza inspiegabile:
    Lo zucchero di canna a quadretti costa circa il 50% meno dello stesso tipo “squadrettato”.
    Questo non lo capisco proprio, ha un passaggio in più e costa meno.
    Ma con lo zucchero grezzo non si capisce nulla, ha processi in meno e costa di più !!!
    Che mondo strano !

  12. […] Per chi volesse approfondire, consiglio di leggere un pò quello che dice trashfood sull’argomento che non mantiene inalterate le proprietà […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...